i funeraI i di Alessia e Martina “Preghiamo anche per il padre”, contestato il parroco

Arrivederci Alessia e Martina
Oggi i funerali delle due bambine di 8 e 14 anni uccise dal padre carabiniere il 28 febbraio scorso
Un lungo applauso ha accolto l’arrivo delle bare bianche di Alessia e Martina nella chiesa di San Valentino, a Cisterna di Latina, dove si svolgono i funerali delle due giovani di 8 e 14 anni uccise dal padre, Luigi Capasso, poi suicidatosi. La madre, Antonietta Gargiulo, è rimasta ferita e solo giovedì ha saputo della tragedia. “Preghiamo anche per il padre”, ha detto il parroco durante la cerimonia, finendo per essere contestato dai presenti.

Fuori dalla chiesa sono volati palloncini bianchi e rosa e tantissimi ragazzini e compagni di scuola di Alessia e Martina hanno indossato una maglietta con un cuore per ricordare le due sorelle. Tanta la gente presente, che ha riempito sia la parrocchia che il piazzale antistante. Esposto anche uno striscione con la foto delle sorelle e una frase tratta da una canzone di Eros Ramazzotti: “Solo che non doveva andare così, solo che ora siamo tutti un po’ più soli qui”.

La madre ha pregato durante i funerali – Mentre a Cisterna di Latina si celebravano i funerali delle figlie, Alessia e Martina, la mamma pregava in ospedale dove è ricoverata. Antonietta Gargiulo è stata in compagnia di una consorella del gruppo di preghiera che frequenta e durante i funerali si è raccolta in preghiera. La donna, gravemente ferita da Capasso, è ricoverata in terapia intensiva al San Camillo di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti